21 settembre 2009

Budino per miaperfidia che non se l'è mangiato

Quando si chiacchiera con uno chef di professione, finisce sempre che questi dichiara che cucina e pasticceria sono due arti diverse e che nelle scuole pure, sono classi diverse separate, che la pasticceria è una faccenda da chimici e cose così. Non sai, ma se tu avessi dovuto scegliere avresti scelto la pasticceria.
Che siano due arti separate comunque ti è stato chiarissimo, sabato sera a casa di Oltranzista, mentre scioglievi la marmellata di lamponi con la grappa che Oltranzista ha comprato apposta per te (Oltranzista a casa da solo senza grappa!), il succo di mezzo limone e due cucchiai d'acqua e nel fuoco accanto si cuocevano le arselle, spandendo un profumino di pappa di mare che ben poco ci azzeccava con la marmellata di lamponi sciolta nella grappa eccetera.
La marmellata di lamponi poi l'hai colata delicatamente, aiutandoti con un cucchiaino che neanche sapevi come si faceva, sui budini di mascarpone preparati tre ore prima e infilati non si sa come nel frigorifero a doppio fondo di Oltranzista. Come si preparano i budini? Prima di tutto si va in panico per non aver portato il burro, lo si fa scongelare al padrone di casa e ci si dimentica di usarlo. Poi si scioglie mezzo chilo di mascarpone (ups, non dovevi dirlo? cioè, dopo salame, polenta, salsine, risotto, anatra all'arancia, arselle e zuppa di pesce, sformatini e una quantità innumerevole di polpette c'è chi si fa il problema del mascarpone? sì, lo sai che qualcuno se lo fa) con un bicchiere di latte e un cucchiaio di fecola di patate, mescolando sul fuoco con una frusta a mano. Una frusta da cucina eh.
Quando è una crema morbida e liquida, ma non troppo, che si sta addensando, si versa nei bicchieri trasparenti e si fa raffreddare e addensare in frigorifero. Poi la marmellata, ma l'hai già detto.
Infine, si saluta e si va via dimenticando a casa di Oltranzista: il latte avanzato, la marmellata avanzata, la fecola avanzata, la frusta da cucina e la preziosissima borsa termica verde usata per trasportare il tutto.

Nota: questo post contiene un punto esclamativo.

Copyright: la ricetta originale era questa qui.

9 commenti:

  1. devi morire!

    devi morire!


    (coro da curva)

    RispondiElimina
  2. morfea, la ricetta (che si sappia, è di cavoletto di bruxelles, al secolo sigrid verbert)

    RispondiElimina
  3. per la precisione lei è la star delle star dei foodblogger
    www.cavolettodibruxelles.it

    RispondiElimina
  4. e per la cronaca se nell'oltracasa manca la grappa è solo perché l'oltraciucco se l'è finita.

    RispondiElimina