31 gennaio 2010

Matericomuffin

Quando guardi un'architettura non ti chiedi, generalmente, quanto cemento o il numero di vani che ci sono in cantina, ma ne osservi lo slancio, la forma, il materiale esterno. Io ho sempre ammirato queste costruzioni spuntare dai banchi delle gastronomie e delle caffetterie come piccoli funghi di morbidezza dolce o salata e l'unico timore nel riprodurli è sempre stato che venissero fuori dei macigni utili sono come panettoni separa-traffico da far decorare a Pao. Per ottenere questa forma lo stampino, insieme ai suoi altri 11 fratelli, si arroventa per mezz'ora ai 200° del forno, dopo essere stato riempito per tre quarti, o poco più se si vuole una chioma temeraria. Il composto è ultimato con un etto di prosciutto a dadini, un etto di formaggio emmental grattugiato grosso e un bel po' di paprika. In realtà questo è un po' l'arredamento che si può variare,e siccome non sono né cuoco né architetto, mai vorrei passare per arredatore! Il corpo è un areato miscuglio ottenuto dal lavoro dello sbattiuova elettrico che incorpora l'ossigeno tra gli elementi creando una soffice pasta, il cui ultimo aggiunto sono 200gr (godere!) di burro molto morbido (anche completamente sciolto si è scoperto empiricamente che va bene). Il primo impasto è ottenuto invece con 200gr di farina, sale, 4 uova e una bustina di lievito (bustina: unità di misura universale, iso 666).
La scelta dello stampino è fondamentale per la dimensione del minuscolo edificio finale e per l'impatto che questo avrà sul primo morso. Ottimi quelli fatti di carta forno, quelli di alluminio e silicone è meglio imburrarli, se poi hanno una forma  imbarazzante, la citazione è facile.

7 commenti:

  1. e dillo che hai vinto il primissimo premio!!

    RispondiElimina
  2. prendo e porto a casa...sallo!
    tortino di sammy nuovo entrèe del ristorante

    RispondiElimina
  3. cinas: sto ancora gongolando!

    morfea77: giura! sono quasi un uomo felice!

    BacioBellaDonna: wow, grazie per il brivido

    RispondiElimina
  4. e li chiamerò proprio i muffin di sammy
    :-P

    RispondiElimina
  5. per i muffin di sammy urrà! urrà! urrà!
    lo ammetto, non ce n'era uno per ognuno, ma io me ne son mangiati due.

    RispondiElimina
  6. schh...in punta di piedi soffio sulla tua meravigliosa anima,polvere di radice di fiore di loto....( Erba dell'amore duraturo.  )

    Malefica*

    RispondiElimina
  7. utente anonimo9 febbraio 2010 20:21

    li sto preparando. curioso fatto che parti dalla fine ...per me che son di là con un occhio al pc e uno a forno... inizi dal burro che invece ho scoperto va in fondo..e poi questo numero 200 che ricorre. i gradi del forno. la farina il burro. dai..io ci do dentro ..come vengono vengono...

    RispondiElimina