14 giugno 2010

Dei bisogni

Deve essere che il corpo lo sa da sè di cosa ha bisogno.
Non mi intendo di queste cose, ma deve essere così se ti ritrovi davanti al bancone della macelleria a chiedere una  bistecca di vitello.
"Con l'osso" dici e non sai se è una precisazione necessaria perchè le bistecche di vitello di solito le ignori, non ti piacciono, ne stai alla larga, prediligi altro. "Alta almeno due centimetri" aggiungi, altra informazione che non sai se serve.
A casa la tagli a metà perchè mangiarla tutta è un'impresa impossibile per una che ha la taglia trentotto.
Metti a marinare la metà con l'osso nel limone, aggiungi aglio, prezzemolo, erbapepe, rosmarino e un po' (poco) di origano (stai improvvisando, utilizzi gli aromi così come li trovi nell'orto davanti a casa).
L'altra metà la metti in frigo.
Intanto accendi il fuoco nel camino, legna di ulivo perchè tua madre dice che per fare la brace è migliore della legna di faggio.
Il fuoco arde, la bistecca sta marinando, tu leggi un libro.
Quando la brace ti sembra pronta prendi la bistecca, la metti sulla graticola, metti le erbette marinate sopra la bistecca e fai cuocere per qualche minuto. Ah, dimenticavo, aggiungi il sale ovviamente.
La mangi poco dopo, al sangue.
Hai sempre pensato che la carne al sangue  è una schifezza eppure oggi ti sembra buonissima.
Si vede che ne avevi bisogno.
Deve essere che il tuo corpo ne  aveva proprio un gran bisogno.

(l'altra metà della bistecca la mangi la sera dopo, stesso procedimento di preparazione e cottura)

5 commenti:

  1. ma qui nessun commento?
    non era brutta questa ricetta, anzi. poi il camino, voglio dire.

    RispondiElimina
  2. utente anonimo24 giugno 2010 13:51

    commento io anche se la 40enne mi sgriderà :
    quarantenne ??? la carne di vitello al sangue non si può. fa male. non la mangiare. al sangue solo carni rosse.
    vitello e maiale no.
    ti abbraccio mi stai comunque simpatica era tutto molto bucolico. camino, l'ulivo abbattuto a suon di mazzate etc. ma ti prego ...ti scongiuro cambia quella bistecca (che il tuo corpo ha chiesto una roba sbagliata)

    love
    cassiera

    RispondiElimina
  3. ma scusa cassi, il vitello non è un manzo che ancora deve diventare manzo? a parte il colore la carne sarà la stessa, no? perché è vietato?

    RispondiElimina
  4. il vitello al sange si può, certo che si. è una mucca. giovane.
    altrimenti se no la fiorentina come la mangiamo?

    RispondiElimina
  5. Vedo i commenti solo ora.
    Forse mi sono sbagliata sul vitello.
    Forse era manzo.O forse la signora della macelleria a cui avevo detto che avevo voglia di una bella bistecca al sangue mi ha dato del manzo nonostante io gli abbia chiesto del vitello.
    Non lo so.
    Abito in campagna, i miei nonni e i miei zii allevavano mucche, ho pure visto nascere un vitellino da piccola, e non so se una bisteccona al sangue è una roba che proviene dal vitello o dal manzo.
    Ok, vado a vergognarmi.

    Cassiera, cmq non ne mangio quasi mai di carne al sangue, solitamente mi fa un po' senso.

    RispondiElimina