25 novembre 2010

Pranzo al sacco


Viaggio molto, moltissimo, anzi stare ferma per 2 settimane mi fa sentir in colpa.
Pranzo al sacco: perché rinunciare a cose buone da mangiare in tutta libertà?
Per tutti coloro che conoscono o vorrebbero conoscere Bologna: da solo o in compagnia, se voleste consumare il vostro pranzetto in tranquillità in prossimità alla Piazza Maggiore c'è l'Osteria del Sole
Unico obbligo di questo prestigioso ambiente è il consumo di mescita il loco.

Pranzo al saccoPotreste allora prepararvi piccole confezioni con crostini e salse casarecce da innaffiare con un buon Merlot, insalate di pesce e patate con un Tocaj, formaggi del pizzicagnolo all'angolo e pane fresco con quel che preferite. E chiaccherare, o in silenzio, osservare e stare a farvi osservare, leggere o giocare a carte nella pausa tra un impegno e l'altro.
In questa società di "Magnaccioni" si sente la mancanza di luoghi in cui portare qualcosa per te e prendere qualcosa con altri.
Manca il parlare come si mangia.

1 commento:

  1. lo conosco anche io, di nome. però mai stato.
    ma che bello.

    RispondiElimina