12 dicembre 2010

Tui Na romagnolo

mezzo chilo di farina, un bicchiere di acqua, mezzo di olio leggero (ci andrebbe lo strutto, ma è pesante...), mezza bustina di lievito

guen fa rotolamento ulnare. pressione del fianco della mano, fino alla nocca dell'anulare.
na fa presa tra il pollice e i polpastrelli delle altre dita
yi zhi chan tui fa o meditazione con un dito. pressione con il polpastrello del pollice, oscillazione del braccio fino al polso
tan bo fa pressione e strusciamento dei pollici in avanti
mo fa sfregamento circolare con la mano aperta, premendo con il palmo e le dita
ruo fa frizione locale con la base del palmo fino alla falange del pollice
tui fa spinta in una direzione
za fa spinta nelle due direzioni
kuo fa martellamento con il pugno. il polso deve rimanere rilassato, le dita semichiuse

porre la piadina così spianata sulla piastra calda. premerla leggermente perché il calore sia uniforme su tutta la superficie, quando cambia colore girarla evitando che bruci. cuocerla allo stesso modo sull'altro lato.

se in casa c'è solo gorgonzola e insalata, come ripieno vanno benissimo.

5 commenti:

  1. ahahahah.ahahahah.ahahahah.ahahahah.

    RispondiElimina
  2. voglio essere la tua piadina. fammi il Chebbu fa' quando vuoi...che c'ho la cervicale intrippata.

    RispondiElimina
  3. ero io. cassiera coll'artrosi.

    RispondiElimina
  4. vieni quando vuoi
    che ti aspetto
    vedi come ti impasto
    e poi ti stendo

    RispondiElimina