8 giugno 2009

Leggevo

quando litighi e ti fai un we da solo, una delle cose buone è potersi cucinare roba che piace solo attè come la trippa.
che mai capito perchè è così demonizzata, è carne chiara, magra, precotta, sbiancata, boh. comunque, ho messo in pentola a pressione olio e scalogno, poi trippa a sfrigolare. poi vino bianco poi pomodori. poi alla fine ci ho messo un bel po' di menta, non quella troppo dolce e un sacco di pecorino.
intanto, leggevo un libro.

6 commenti:

  1. dio ma che cosa fica è la trippa

    RispondiElimina
  2. oddio a me non piasce proprio pè nnniente

    RispondiElimina
  3. "La trippa è una frattaglia, più precisamente è costituita dalle diverse parti dello stomaco del bovino." forse per questo fa un po' impressione?

    nono... mai!


    PS: ciao a tutti, è da un po' che vi seguo... mai commentato! :)

    RispondiElimina
  4. che ricordi: la trippa di mia nonna, buonissima! Non pensavo potesse essere così facile da cucinare: copio la ricetta e spero anch'io in un we di solitudine. Ma.... come si pulisce?

    RispondiElimina
  5. la trippa -che io non mangio neanche a morire- la danno già pulita dalla macelleria.

    pulita e sbiancata con non si sa cosa (perché l'intestino non è certo candido...).

    RispondiElimina