8 febbraio 2010

risotto agli avanzi di formaggio e miele di timo

è che qualcuno ha portato una vagonata di formaggi, troppi per mangiarli tutti e andare avanti col resto della cena, anche se si è in quindici. di qualche formaggio ho capito il nome, dal gusto. e quelli me li sono mangiati sera per sera. ma ne è rimasto uno, mezzo chilo circa, di cui proprio non so dire le origini. non c'è scritto sull'incarto. non l'avevo mai mangiato. buono, eh. ma fortissimo. la strega dice piccante, io non lo definirei piccante ma semplicemente forte. tanto forte. così forte da riuscire a mangiarlo solo a scaglie sottilissime e con un velo di miele sopra. e ancora lo sento dietro al naso e sopra la gola.
poi c'è una valanga di scalogno, una busta aperta di grana padano grattuggiato (chi ha portato del grana padano grattugiato in casa mia?), due bottiglie di nero d'avola e un mattone di burro.
risotto bianco, anzi rosa perché lo annaffio col rosso invece che col bianco, a fine cottura ci metto una grattata enorme di formaggio forte, lo copro di grana padano, una noce di burro e faccio mantecare. nel piatto, lo copro di pepe (no, non quello lì. non sono ancora riuscito ad aprire la boccia per mettercelo dentro), e un giro di filo di miele di timo.
tutto sommato temevo peggio, invece sto decidendo che mi piace assai.

p.s. notare che ho scritto sia grattugiato sia grattuggiato, nel dubbio. così son certo di sbagliare, ma anche di farlo una volta sola.

9 commenti:

  1. il formaggio è il mio...dicesi imbriacone...
    monte veronese 18 mesi invecchiato sotto le graspe dell'uva...
    hai fatto strabene...e sinceramente quasi ci proverei.
    ma hai mai pensato di fare l'aiuto cuoco in un ristorante oltra?:-P

    RispondiElimina
  2. ehm sempre io...il grana grattuggiato ahahahah

    RispondiElimina
  3. è che a me il miele, come dire?
    non posso dire nulla che non debba poi essere censurato.

    RispondiElimina
  4. non go capito bene il ruolo del miele nel risotto. pero' mi vengono tante altre idee.

    RispondiElimina
  5.  Per aprire il macinapepe/pene basta che tiri forte in cima. Per intenderci "l'asola" di plastica che poi ti serve quando devi macinare. Per regolare la macinatura ti regoli con la farfalla nera che c'è sotto.

    L'idea del miele a caramellare il riso mi sembra geniale. 

    s.

    RispondiElimina
  6. anche secondo me è geniale il miele sul risotto

    RispondiElimina
  7. però un altro miele eh.

    quando ero piccola andavamo coi miei freak in jugoslavia a comprare i rimedi omeopatici che lì erano avanti e costavano pochissimo ed erano eccezionali.
    era famigerato il vasone di miele al timo che ci caricavamo in quantità industriali sulla nostra r4

    era una cosa che mi faceva vomitare.
    quel dolce mentolato.
    bleah.
    lo odio.
    è l'unico miele che non reggo.
    ma è una reminiscenza della mia infanzia antroposofica.

    io da non battezzata non comunionata e compagnia bella potevo godere del sapore dell'ostia solamente quando mi ci mettevano sopra l'apis belladonna quando avevo la febbre.

    tze.

    RispondiElimina
  8. utente anonimo9 febbraio 2010 20:12

    è quella che ti ha fatto diventare cosi' belladonna ? corro a spandere apis ovunque. allover....
    cassy

    RispondiElimina
  9. @morfea, pensavo l'avesse portato cassybaby! ops. mi sta spuzzolentando tutto il frigo, ed è tantissimo. per fortuna ho trovato come farlo morire degnamente.
    no, non ci ho mai pensato ma cerco alternative all'alienante lavoro d'ufficio. mi assumi?
    @morfea bis: dai... da te non me l'aspettavo proprio (né da nessun altro commensale)
    @papoff: nessuno è perfetto
    @cassy: hai presente quando hai il risotto nel piatto pronto per essere mangiato? nel piatto, eh. mai nella fondina. ecco, lì ci metti il miele sopra. un po' di più di quello che ci ho messo io ieri.
    @sagami: tirare? dovevo solo tirare? e se lo rompo??? ora provo.
    @perfidia: addirittura? in effetti, se sta bene sul formaggio, perché non sul risotto al formaggio?
    @perfidia bis: pensa che per me è stata una rivelazione. ma adoro il timo da sempre

    RispondiElimina