19 ottobre 2010

jam session 7. la fredda cronaca.

La giornata è iniziata il giorno prima, con il trasporto delle sedie rosa dalla trattoria (grazie Mario!) a casa ed è proseguita la mattina dopo con il trasporto di 700 litri circa di acqua e birra dal supermercato a qui.
E c'è chi dice che la Smart è piccola, tsk!

Il primo ad arrivare è stato Oltranzista con una stationwagon piena di piatti, posate, tovaglia e tovaglioli (grazie Olt!) oltre a 60 chili di castagne approfitto subito della tua pentola e le metto a lessare.

Subito dopo è arrivata Cassiebbella con quella decina di bottigliette di birra belga che non devono mai mancare nella borsa di una donna di classe.

Papoff ci ha trovato già a tavola con giusto un paio di ciotole colme di beni di conforto e le castagne da sbucciare, compito ingrato cui si è piegato prima di affascinarci con un cuore di petto di pollo così tenero e roseo che doveva essere per forza quello di un pollo bambino.

Cinas ha dato il via all'aperitivo (quella di prima era merenda) con una bottiglia di bolle, mentre Suaperfidia e Ilissili sono giunti giusto in tempo per incontrare quei quattro negroni che ad invitarli fanno tanto politically correct.

Nel mentre le nostre gole venivano bagnate dalla qualsiasi, con una perfezione di gesti e di tempi che ancora mi lascia esterrefatta, si componeva il menù che avrebbe deliziato i nostri palati:
aringhe allattate in insalata,
torta di alici (secondo me vincitrice assoluta della serata),
lasagnette saracene con castagne e lardo e caprino,
crema di ceci con speck e buccia di limone,
involtini di melanzana e branzino,
pollo con curry, mele e 'nduja,
crème brûlée;
'sti cazzi, direi, se non fossi un donnino a modino.

Ovviamente il tutto accompagnato da ciance e risate.
Siete belli, gente.

8 commenti:

  1. te la appoggio sulle alici, direi quasi a parimerito col tuo rotolino di branzino baby. anzi mi devi insegnare a non strinare le milanzane che non ho veramente capito la tua spiegazione della carta forno (scusa ma c'avevano le righe ...come fanno a essere a righe se c'era la carta? pensiero dell'insonnia odierna). love. 

    RispondiElimina

  2. [della serie rosico...alla prossima gurin gurella ci sarò]

    RispondiElimina
  3. In barba alle regole, nonostante i miei 16 anni, ho bevuto alcool e sono tornato a casa all'1.30!!!!
    Vi voglio già bene.
    PS. è guarita la bellissima lavastoviglie?

    RispondiElimina
  4. e io ho ricevuto i regali più belli del mondo, invidiati perfino tipo fino a ivrea...

    RispondiElimina

  5. cassie, giuro che è proprio come te l'ho detta: carta da forno nella bistecchiera e una fetta di melanzana cui non hai fatto niente se non tagliarla.

    mancavi, morfea, oh se mancavi..

    ps, sì. pare fosse solo un sovrappiù di detersivo.
    (e comunque: tua mamma era ancora sveglia?)

    hellstrom, e tu perchè non c'eri?

    papoff, però hai anche lasciato qui il più bell'accendigas che il mondo ricordi.

    RispondiElimina
  6. utente anonimo21 ottobre 2010 11:04

    accendigas è riduttivo. sai che è la cosa più zavurda che ho visto nell'ultimo decennio?. voglio sposare il papàpoff. che come tutti quelli degni di interesse notevole sarà già sposato con la mamoff. ma papo ..una visita guidata nel suo negozio no?
    cass.

    RispondiElimina