29 marzo 2010

tutto tranne gli occhi

ho fatto i totani ripieni. ricetta molto semplice (all'apparenza). un po' meno il corpo a corpo col totano. insomma sta ricetta prevedeva :
  • totani per i totani

  • ripieno per il ripieno (dove quest'ultimo era fatto ancora dei totani stessi - ciuffi e teste - piu' un po' di pane ammollato e strizzato - due pomodoretti quadrucciati - prezzemolo e un nulla di aglio, sale e pepe)
sembrava semplice, finchè ho affronato il primo "armalo". la ricetta diceva staccare i ciuffi e le teste e tritarli.
Prima licenza poetica : le teste avevano gli occhi, ma se toglievo gli occhi non rimaneva nulla (avendo già tagliato i ciuffi), per cui dopo aver scalpellato via una serie di occhi ho deciso di ignorare il discorso teste.
c'era da passare allo svuotamento delle sacche-totano lasciandole integre. qui si è presentato il problema da dove gli stacco tutto senza trovarmi con una pappetta di inchiostro+cacchina di totano spalmata ovunque ? anche qui si è lavorato di fantasia, dopo i primi due schizzi multicolor sulla maglietta ho capito che c'era una specie di gancio (tipo branchia del pesce) . praticamente se imbrocchi quello tutta la sacca esce integra e la passi molto..ma molto meglio, si tira anche dietro dei bastoncini trasparenti che saranno le ossa o cartilagini (spero).
Insomma una volta svuotato è fatta : triti i ciuffi, le ex teste (se ti sono avanzate dagli occhi), il pane ammollato, i pomodoretti e il prezzemolino agliettato riempi gli armali. cospargi di pangrattato e un giro d'olio extra.
inforni a sinistra per mezz'ora a 180° ed è fatta.

5 commenti:


  1. sempre più convinta sostenitrice del glielipulisco?sìgrazie

    RispondiElimina

  2. non è che faccia venire voglia di infilargli le dita dentro, eh,

    RispondiElimina
  3. però, come dire...anche l'occhio vuole la sua parte!

    RispondiElimina
  4. io provo un godimento fisico tale a far quei lavori lì che tante volte ho pensato che la mia vera vocazione fosse la serial killer.

    RispondiElimina
  5. utente anonimo6 maggio 2010 00:12


    ehehe pure io ho affrontato per la prima volta la pulizia di calamari e animali affini da poco. Un poco schifoso devo dire, peró io il gancio l'ho trovato subito e non mi sono sporcata la maglietta. Peró che schifo. Soprattutto spellare la pelle, bleach.
    Spero che almeno ti siano venuti bene :-P

    Scogliera

    RispondiElimina